Perché e quando dovresti leggere racconti - anziché romanzi.

Qualcuno tempo fa ha detto una frase che poi ha continuato a ritornarmi in mente "Non leggo raccolte di racconti, preferisco leggere interi romanzi".

Non ricordo chi me lo abbia detto e se mi venisse in mente sarebbe la prima persona a riceverne una copia in regalo da me, cosicché possa rendersi conto che non bisognerebbe mai snobbare qualcosa che non si conosce.


Lo scorso weekend è stato importante, trascorso con gli amici tra presentazioni ufficiali, visite culturali ed aperitivi.

(In realtà la presentazione è una, così come l'aperitivo è stato uno, ma in apertura suonava meglio).


Un mio racconto è stato scelto per andare a comporre una raccolta di racconti "Live your belief" Ed. Booktribu.


Sono felicissima per questa prima, anzi a dire la verità è la seconda pubblicazione con una casa editrice!



I racconti inseriti in questa raccolta sono di grande qualità.

Ho iniziato a leggere appena tornata a casa e sinceramente non vedo l'ora di trovare il tempo per proseguire.


Secondo me, il bello delle raccolte di racconti è il fatto di avere la possibilità di leggere più storie in meno tempo. A volte in un racconto non c'è tempo letterario per raccontare tutto, seppur il narratore sia onnisciente. In una mezz'ora, perché non parliamo di minuti, non sono poesie, possiamo avere una storia dall'inizio alla fine, un personaggio che conosciamo attraverso le descrizioni dell'autore e grazie alle azioni che gli fa compiere. Possiamo decidere di fermarci alla fine del racconto che stiamo leggendo, oppure di proseguire con un nuovo racconto.

Per non parlare degli stili letterari degli autori ed in questo libro in particolare anche dei generi.


Eugenio Fallarino, il mio editor nonché curatore di questa raccolta,

nella sua introduzione ci dice chiaramente che si spazia dal romanzo di genere fantasy, al dramma, al romantico ecc...

avendo quindi la possibilità di scegliere quale sarà alla fine di tutto il libro il nostro preferito.

Il tempo di un viaggio in treno per andare in centro,

una pausa caffè in ufficio,

mezz'ora prima di addormentarsi,

in attesa da qualche parte:

ovunque ed in qualsiasi momento.


Scelgo di leggere anche raccolte di racconti, per 'prendere una fugace boccata d'aria di un'altra vita', perché siamo soliti a leggere ciò che risuona in noi e spesso non prendiamo in considerazione altri generi.

Oppure ancora, siamo affezionati a certi autori conosciuti e non pensiamo al fatto che esistano autori emergenti talentuosi, che ti tengono incollato al libro dalla prima all'ultima parola.


Consiglio le raccolte di racconti e nella fattispecie questa raccolta di racconti a tutti. Dalla mamma casalinga o lavoratrice che ha poco tempo da dedicare alla lettura, all'imprenditore che vuole mantenere l'abitudine della lettura per svago nonostante le giornate intense, al papà che vuole ritagliarsi del tempo per se, allo studente che necessita di leggere qualcosa di diverso dai libri di scuola.


Sono affezionata ai saggi che parlano di crescita personale, di spiritualità, di misticismo. Leggo anche manuali per le più svariate applicazioni creative e per assurdo scrivo storie di persone normali, con temi attuali. Scrivo anche racconti per bambini, sia in prosa che in rima, ma il mondo della scrittura e della lettura, semplicemente ama le parole di cui non può fare a meno.

Per questo motivo dalla mia libreria a volte estraggo libri a caso, di vari generi, scritti con vari stili da vari autori.

Con una raccolta di racconti posso fare lo stesso con un unico libro!


Non vi resta che acquistarlo, lo trovate nelle librerie fisiche, online su Amazon, IBS, La Feltrinelli, Hoepli e sul sito della Casa Editrice Booktribu.