Il mio primo contratto editoriale: il mio racconto "Vite legate" in una raccolta di Booktribu.

La mia prima volta a Bologna ed anche la mia prima presentazione editoriale. Nonché il primo contratto editoriale firmato, la prima volta in cui ho lavorato insieme ad un Editor. Il secondo concorso letterario vinto. A piccoli passi, raccolgo le mie vittorie.




Come è nato il racconto "Vite legate".


Tutto ha avuto inizio con un ragazzo indiano su un marciapiedi.

Teneva tra le mani un carrellino, di quelli su cui i ragazzi come lui, caricano pile di volantini pubblicitari da imbucare nella cassetta della posta.

Vista l'ora, probabilmente aveva appena concluso la sua giornata lavorativa, forse aspettava il suo collega per un passaggio. Si vedeva che era stanco, ma soddisfatto della sua giornata, affamato e con la voglia di tornare a casa.


Così mentre guidavo, la mia mente ha iniziato ad immaginare la sua storia, la sua vita, le sue azioni quotidiane e le persone che lo circondano.

Tornata a casa, nel pieno della mia urgenza letteraria, ho scritto la prima parte di quello che poi è diventato il testo che ho presentato ai lettori on-line del sito www.booktribu.it



Ho scritto la prima parte della parte di Amir, e qui mi ripeto volutamente perché il mio racconto si suddivide in sei parti principali, ognuna delle quali descrive un nuovo personaggio.

In realtà non è nulla di troppo articolato o difficile da seguire.

Snocciolo i personaggi uno ad uno, legandoli tra loro con un'azione, con una interazione, e senza mai tornare indietro. Li descrivo abbastanza minuziosamente, concentrandomi prevalentemente sulle loro azioni, sui ricordi, sulle storie e sulle persone più importanti con cui vivono ed interagiscono. Sono sicura che un autore maturo potrebbe narrare delle loro vite per interi libri, ma in quel momento di sperimentazione letteraria sentivo che il mio testo doveva concludersi così.

Dopo Amir ho scritto anche di Anna Maria, la ragazza italo-tedesca adottata, che ritrova la sua mamma biologica grazie all'intervento di Talib, che invece viene dal Benin. Mi sono fermata ed ho lasciato "decantare" il testo nella memoria del PC. Avevo la sensazione che per diventare un libro avrei dovuto approfondire molto di più i personaggi, ma allo stesso tempo sentivo di aver detto abbastanza.


Ad un passo dalla pubblicazione.


Ho fatto leggere le prime pagine a mia sorella e quando ho visto la sua reazione ho capito che il tutto poteva funzionare.

Un mini libro?

Un inserto in un giornale?

Booktribu in quei giorni indiceva un concorso letterario; il testo si adattava alla linea editoriale. Dovevo solo portarlo avanti ancora un po'...


Così dopo Talib dell'agenzia investigativa

è arrivato Matteo, in un piccolo paese della Brianza, che conosce e si innamora

della fioraia Ginevra,

che chiede consigli a Karima che ha alle spalle una vita difficile.



Perché ho voluto raccontare queste storie?


Vite inevitabilmente legate tra loro, anche se per pochi istanti, che si intrecciano nel presente, cariche delle loro storie.


Un filo conduttore che lega Milano con tutto il mondo e giunge in Brianza, luogo in cui vivo io oggi.


Ogni personaggio è di mia fantasia, così ogni riferimento a fatti o persone è puramente casuale, perché quando scrivo è come se riuscissi a staccare una parte di me per portarla in superficie, e sinceramente non mi soffermo troppo sui nomi che "mi arrivano".


Ho voluto racchiudere in queste vicende, alcuni valori che ritengo essere fondamentali e condivisibili con quante più persone possibili per creare un mondo nuovo.

Se fossimo tutti come i miei personaggi, forse il mondo sarebbe un luogo migliore.


La forza di rinascere dopo la sofferenza, la determinazione di far sì che i sogni si possano avverare, la condivisione della gioia, l'amore...




Il libro. Live your belief.


Acquista il libro,

al cui interno ci sono tanti racconti diversi per stile e genere.

Sono racconti di qualità, ho iniziato giusto ieri a leggerli e i primi due li ho già trovati interessanti, coinvolgenti, inaspettati e piacevoli. Non te ne pentirai!

Puoi farlo sul sito dell'editore BOOKTRIBU


Oppure su Amazon, La Feltrinelli, IBS, Hoepli.


Aspetto di leggere la tua recensione!